Biennale della Street Art

Dal 15 al 30 Dicembre 2018, Piacenza Expo, in collaborazione con Fondazione Arte Contemporanea, ospiterà #Street, la prima Biennale della Street Art e delle Visioni Metropolitane, curata dal Prof. Giorgio Gregorio Grasso.

La mostra occuperà un intero padiglione suddiviso in due parti completamente dialoganti: nella prima parte esporrà un corposo gruppo di artisti emergenti, selezionati dal Prof. Giorgio Grasso, capaci di interpretare le tensioni, le vitalità, le opportunità dell’esistenza metropolitana contemporanea, lungo un percorso espositivo di circa 200 metri lineari.

Nella seconda parte del padiglione invece proporranno le loro opere e si esprimeranno con live performance i più importanti street artist italiani, tra i quali citiamo Atomo, Flycat, Keyone, Tresoldi ed una accurata selezione di street artist tra i 300 che già ora si sono candidati per partecipare.

Fiore all’occhiello di questa Biennale sarà l’esposizione di una importante opera pittorica su tela di Jean Michel Basquiat (NYC 1960-1988), il quale nacque street artist prima di passare alla pittura su tela, e rappresenta quindi, nella misura più alta e preziosa, come testimoniato dal valore di vendita delle sue opere, quella dialettica simbiotica e naturale tra la street art e le visioni metropolitane dipinte su tela.

Questa Biennale ha un grande valore storico-culturale poiché cerca di colmare il limite connaturato alla street art, ovvero la mancata storicizzazione. Trattandosi, sin dalle origini, di opere pittoriche destinate ad essere rimosse, coperte, cancellate, resta solo una minima parte, nel mondo, di quanto realizzato. Solo oggi un pubblico attento comincia a comprenderne il valore espressivo ed estetico, restituendo piena dignità e conferendo agli artisti più apprezzati, tra i quali quelli sopra citati, incarichi di assoluto prestigio, in dimore private, hotel, spazi pubblici. Questa Biennale dunque fissa un preciso momento, in un luogo deputato, attraverso artisti riconosciuti nel mondo, affinché resti nella storia di Piacenza che la street art insieme alle visioni metropolitane, sono state ospitate, spiegate, celebrate e catalogate.

L’evento sarà reso ancor più vitale attraverso una serie di interventi ed allestimenti tipici della strada metropolitana. Piacenza Expo si candida dunque come luogo espositivo privilegiato per queste forme di espressione artistica potendo contare su un bacino d’utenza di grande valore per il mercato d’arte.

 

I commenti sono chiusi .